Archivi categoria: Uncategorized

Grazie a tutti!

Amiche e amici,
con questo post sospendiamo l’aggiornamento di questo blog. Per restare aggiornati sulle attività dell’Agenzia “Matrimoniale” Il Delfino visitando il nostro sito ufficiale o in alternativa i due blog di news dedicati al mondo GLBT GayGeekPoint e GayInLove.
A presto!

HaloHalo

HaloHalo - Agenzia Matrimoniale Il DelfinoA Torino al Circolo Amantes, vera e propria culla di tanta arte contemporanea di strada, ha appena inaugurato“Welcome to Svarioland”, la prima personale di HaloHalo, uno dei nomi più promettenti della scena street italiana. Grafomaniaco e street artist italofilippino di Torino, dalle sue mani escono pattern cervellotici dalle strutture prive di senso: tutta la produzione di HaloHalo è caratterizzata dall’uso di elementi lineari bidimensionali e decorativi, pronti a riempire ogni spazio disponibile, ogni superficie contaminabile: una tela, un muro, un cartellone pubblicitario, uno specchio. Guardando il suo lavoro viene immediatamente in mente Keith Haring; lo studio del segno è riconducibile alle esperienze di Jean Dubuffet, Mark Tobey, Pierre Alechinsky, alla scrittura automatica ma anche agli anagrammi della calligrafia zen, dei geroglifici egiziani e maya, un linguaggio in costante movimento e rinnovamento in cui non vi era bisogno di pianificazione anticipata.

Decisione del segno, mancanza di schizzi preparatori, improvvisazione e fiducia del proprio istinto si uniscono alla passione per l’intervento pubblico, occasione per stabilire un rapporto diretto con le persone.
In mostra fino al 11 febbraio 2011, dal martedì al sabato, dalle 18.00 all’01.00. Ingresso libero in galleria, al circolo con tessera Arci.

20mila dollari e il film lo proietto in casa

Cinema - Agenzia Il DelfinoFine settimana all’insegna della pigrizia? E chi l’ha detto che si debba rinunciare a quel bel film appena uscito al cinema? Non poteva che partire da Beverly Hills, patria dei ricchi più ricchi d’America, l’ennesimo colpo al rituale sempre più elitario di andare al cinema. Tutto merito della società Prima Cinema Inc. è pronta a varare un nuovo servizio per portare fra le mura domestiche i film nello stesso giorno d’uscita nelle sale cinematografiche. Unico dettaglio: il prezzo: 20mila dollari per l’acquisto del sistema digitale di consegna, a cui se ne devono aggiungere altri 500 per ogni film. Un’idea che sembra bizzarra ma che, come affermato dalla società californiana, ideatrice del sistema, si concretizzerà a breve. “Noi non vogliamo sostituire nessuno”, ha sottolineato Jason Pang, fondatore e capo esecutivo di Prima Cinema, “Stiamo solo cercando di creare nuovi flussi di ricavi per gli studio e nuove opportunità di visione per gli spettatori”. L’azienda pensa, infatti, di istallarlo in ben 250mila case entro i prossimi cinque anni. Un’ipotesi affascinante per qualcuno,ma preoccupante per altri. John Fithian, presidente dell’Associazione nazionale che rappresenta  proprietari delle sale, non ha perso tempo e si è detto fortemente contrario a questa iniziativa. Anche Adam Fogelson, presidente di Universal Pictures, che detiene una quota di minoranza in Prima Cinema, non ha esitato a sollevare qualche perplessità: “Si tratta indubbiamente di una nicchia di mercato, che crescendo potrebbe però nuocere a tutti i nostri partner con conseguenze disastrose sui nostri flussi di ricavi”. La pigrizia non è mai stata così costosa.