Archivi tag: mostre

Regina Margherita di Savoia in mostra

In occasione delle celebrazioni del 150° dell’Unità d’Italia, il Palazzo Reale di Napoli ospita, dal 1° aprile al 17 luglio, un percorso storico e multimediale con la prima nazionale della mostra “Regina Margherita. Il mito della modernità nella Napoli postunitaria”.

La mostra dedicata a Margherita di Savoia, prima Regina d’Italia, sarà successivamente alla Villa Reale di Monza, e infine a Torino.

La Regina Margherita ha avuto un forte legame con la città di Napoli e con il Palazzo Reale. E’ qui che nacque suo figlio Vittorio Emanuele III, futuro Re d’Italia, nel 1869, qui si organizzò la lotteria per aiutare le persone colpite dal terremoto nel 1872, qui attentarono alla vita di suo marito Re Umberto I nel 1878 e sempre qui le fu dedicata la pizza tricolore “Margherita” nel 1889.

Nella mostra partenopea, la Regina verrà raccontata non solo negli aspetti della sua vita, ma anche come simbolo di una Italia che cambia nel nome della modernità e del progresso, di cui Margherita sarebbe diventata icona popolare.

Saranno ripercorse le tappe fondamentali della sua vita che raccontano, al contempo, la storia di una nazione: dal matrimonio con Umberto e il suo ruolo nell’acquisizione del consenso della monarchia, alla nascita del figlio, dall’attentato di Passanante e dalle crisi di un paese in rapida unificazione, allo svilupparsi del gusto “margherita” nella moda e nella società, dal mecenatismo culturale nelle arti al forte interesse per le questioni sociali femminili, per l’alfabetizzazione.

Un’ampia sezione verrà dedicata al “mondo nuovo” ormai alle porte che, con il progresso della scienza e della tecnologia e le nuove invenzioni renderanno il mondo mai più uguale a prima.

Particolare attenzione verrà, infine, posta alla individuazione di quegli aspetti che influirono sulla vita di Napoli, dall’urbanistica, alla moda, dal sociale, alla vita di tutti giorni. È la visione della “Napoli che cambia”, raccontata attraverso le litografie e le foto d’epoca che costituirà il focus narrativo di tutte le sezioni.


Annunci

Festa degli innamorati tra tendenze, cultura e relax

Mancano pochi giorni a San Valentino e come ogni anno, per tutte le coppie di innamorati, si presenta lo stesso tormentone: cosa fare e dove andar per trascorrere qualche giorno di relax e coccole?
Il 14 Febbraio, giorno del Santo degli Innamorati, cadrà di Lunedì. Non vi preoccupate, siete ancora in tempo per organizzare una fuga all’insegna del cuore.
Anche per San Valentino la tendenza delle terme e dei centri benessere non passa di moda, anzi, fa proprio al caso. Cosa c’è di più bello che concedersi un weekend in una SPA dedicandosi attimi di relax, massaggi, percorsi benessere il tutto condito da un pizzico di sensualità?  Tra le tendenze del 2011, il San Valentino in Castello: ottima idea per le coppie che vogliono provare nuove emozioni. Non perdono quota gli agriturismi e i B&B romantici e di Charme e Design che in occasione di San Valentino propongono offerte dai prezzi interessanti arricchite con romantici cadeau che gli innamorati troveranno in camera. Tra tutti, un classico: fragole e champagne per un brindisi al grande amore. Se preferite invece optare per qualcosa di più tradizionale potete scegliere tra le numerose offerte weekend in una delle città italiane. Venezia, Roma, Firenze, Verona, Terni, Perugia le più richieste grazie al loro alone romantico.

E proprio a Venezia non mancano ristoranti caratteristici dove poter gustare una cena tipica al lume di candela, musei, splendidi scorci, l’incanto delle calli e dei canali.Tra le idee per gli innamorati un tour a bordo di un galeone attraverso le isole della Laguna: Murano, Burano e il Torcello o un aperitivo in gondola, una chicca che propongono molte strutture. Tra le mostre più interessanti che si svolgono in questo periodo a Venezia quella del Museo Correr che rende omaggio all’arte del vetro: L’avventura del vetro. Un millennio di arte veneziana (fino al 25 aprile).
“Se ami qualcuno, portalo a Verona”, dal 12 al 14 febbraio torna Verona in Love…un cuore da scoprire: momenti indimenticabili da vivere in coppia tra dimore storiche e romantici vicoli dove nacque la passione tra gli innamorati più noti della letteratura: Romeo e Giulietta. Un ricco calendario di Appuntamenti con l’Amore completa l’offerta di una delle più belle città italiane e conduce nel cuore di Verona, in Piazza dei Signori, dove un cuore rosso e pulsante sì svelerà ai visitatori con un variopinto e ricco expo di bancarelle ricche di gadget a tema, prodotti dell’enogastronomia veronese e artigianato tipico.

Moltissimi i pacchetti soggiorno studiati per quanti vorranno trascorrere un romantico weekend nella città scaligera.

“A San Valentino Innamorati dell’Arte è il claim che accompagna, oramai da qualche anno, l’iniziativa del Ministero per i Beni e le Attività Culturali in occasione della Festa degli Innamorati.
Il 13 e il 14 febbraio in tutti i musei, monumenti e siti archeologici italiani si entra gratis con un solo biglietto. Di scena l’Amore, sentimento principe che nei secoli ha guidato la mano dei più grandi artisti, e l’Arte: un perfetto binomio dall’ineguagliabile forza ispiratrice.

Sono tante le idee per fare felice la propria dolce metà durante il weekend di San Valentino 2011.  

Scopritele sul sito http://www.bed-and-breakfast.it/offerte-san-valentino.cfm

A Cagliari la Sagrada Familia

Un po’ di Barcellona a Cagliari, ma non una parte qualsiasi ma quella più conosciuta della città catalana; no, non parliamo dello stadio della squadra di calcio con i vari Messi e Villa, ma di quella mistica e incompiuta meraviglia che è la Sagrada Familia.
Nella Passeggiata Coperta del bastione di St. Remy è stata allestita la mostra “Gaudì e La Sagrada Familia. Parabola e iperbole dell’architettura”, che è anche la prima presentata in Italia e inaugurata il 20 dicembre.
Rimarrà aperta fino al 19 febbraio, l’ingresso è gratuito, tutti i giorni dalle 9.30 alle 21.
gaudi sagrada famiglia

Sagrada Familia - Barcellona

La cattedrale spagnola iniziata nel 1882 e non ancora ultimata, secondo me non avrà mai un termine dei lavori, è un esempio di come l’arte e la cultura non abbiano confini di nessun genere e anzi sono sinonimi di coesione, visto anche in questo caso l’unione di architetti e ingegneri di tutto il mondo fra cui il nostro giovane professionista di Orani Angelo Ziranu nel seguire i progetti dei lavori.

Il fascino di quest’opera non sta solo nella sua bellezza ma anche come abbiamo appena detto che non è stata ancora portata a termine nonostante siano passati quasi 130 anni dal suo inizio anche se il progetto è ormai sicuramente definitivo.

(Ma allora noi dall’Italia ne potremmo esportare di “monumenti” incompiuti primo fra tutti la mitica Salerno-Reggio Calabria, un icona dell’incompiuta, per non parlare di tutte quelle strutture pubbliche, ospedali per esempio, che non solo non verranno mai ultimate ma che purtroppo non saranno nemmeno mai utilizzate.)

Nonostante la sua non ultimazione la basilica spagnola è stata consacrata da Papa Benedetto XVI il 7 novembre 2010 e quindi è a tutti gli effetti una Chiesa anche se non ancora completata.

Una volta finito il giro della mostra dedicato all’opera di Gaudì, si potrebbe salire nel piano più alto del Bastione di Cagliari e godersi il panorama della città, delle sue costruzioni, dal porto fino al promontorio della Sella del Diavolo.

Se non riuscirete a trovare spazio in questi giorni natalizi per ammirare la mostra ricordatevi che avete tempo fino a febbraio, quindi niente scuse e tutti al bastione, non ve ne pentirete.